Arcipelago delle Tuamotu e Isole Gambier

L'arcipelago delle Tuamotu è interamente costituito da atolli distribuiti su più di 1000 km da nord a sud, tra i quali possiamo citare molti siti eccezionali per la coltivazione delle perle come Ahe, Fakarava, Aratika, Takaroa ....
Le Isole Gambier, situate più a sud, nelle acque più fredde, producono perle con qualità molto specifiche.
È al centro di questi due gruppi di isole che l'industria delle perle nella Polinesia francese si è sviluppata.
Beneficiando di condizioni particolarmente buone dal punto di vista climatico ed ecologico, in queste lagune si è potuto sviluppare la coltura delle perle, in quanto sono protette dalle forti onde che attraversano il sud pacifico e, naturalmente, dalla proliferazione di una specie di ostrica chiamata Pinctada Magaritifera che può essere trovata in tutte le isole dell'arcipelago.
Tuttavia, alcune isole sono particolarmente rinomate per la coltivazione di perle, ad esempio le isole di Rikitea nel Gambier e Ahe, Takaroa e Fakarava nell'arcipelago delle Tuamotu.

Queste isole ora dispongono di strutture ultra moderne che consentono una vita molto più semplice, collegamenti aerei regolari, telefoni cellulari, TV satellitare, energia solare, telecomunicazioni internazionali, internet, ecc ...


«Pinctada margaritifera»

La cultura delle perle è cresciuta negli arcipelaghi di Tuamotu e Gambier grazie alle condizioni delle loro lagune particolarmente favorevoli.